Verso casa…

Aprile 12, 2019 0 Di Edoardo Bernascone

Il Libano in un certo senso è stata l’ultima grande avventura prima di riprendere la strada, in maniera definitiva, verso casa. L’ultimo assaggio di Medioriente e di esotico prima di riabbracciare l’Occidente. È stato anche l’epilogo del viaggio col compare svizzero. Da Mersin infatti, cittadina nel sud della Turchia, ci siamo separati e abbiamo preso direzioni diverse. Io seguirò la costa verso Antalya e poi Fethie, imbarcandomi prima o poi in un traghetto per la Grecia. lo svizzero invece proseguirà verso l’Anatolia centrale e inseguito i Balcani. Questi tre mesi vissuti insieme sono stati un viaggio nel viaggio e per la prima volta mi sono trovato a condividere gioie, dolori, vento e neve con una persona reale e non solo con la mia bicicletta. Condividere un viaggio in bici, lungo o corto che sia, significa stare insieme 24 ore su 24, senza sconti. Sotto la pioggia, sotto il sole oppure in una schifosa periferia di una qualsiasi città mediorientale. Significa togliersi la maschera e mostrarsi per quello che si è con pregi ma anche e soprattutto difetti. Con Guglielmo (lo svizzero) che mi aveva raccolto dalla strada dopo l’incidente a Mashad non è stato difficile creare questo profondo legame anzi, ne siamo usciti ancora più forti ed è stato il motore per continuare ad esplorare e avventurarsi in nuove terre.