Marmo e oro.

novembre 21, 2018 0 Di Edoardo Bernascone

Il potere assoluto nelle mani di una sola persona può creare cose bizzarre, una di queste è Ashgabat, la capitale del Turkmenistan. Ashgabat conosciuta anche come la città di marmo sembra il set di un film come Star Wars o Star Trek, a tratti mi ricorda un po’ le città del golfo ma in verità ha un fascino tutto suo, una sua architettura e un suo tema che non ho mai visto in nessuna altra parte del mondo. Ashgabat è unica e trovo che sia terribilmente orrenda e affascinante allo stesso tempo. Il colore primario è il bianco, tutti i palazzi sono di marmo bianco, i lampioni sono bianchi e le stesse macchine per poter entrare nel centro della città devono essere bianche. A questo bianco onnipresente si aggiunge una sfumatura di oro: statue, obelischi e decorazioni color oro sono ovunque. L’architettura è grandiosa strade a 10 corsie, parchi enormi e curatissimi e una pulizia che rasenta il maniacale. Il centro, dove ci sono tutti i monumenti è vuoto, non c’è nessuno, solo i militari fanno capolino ad ogni angolo quando mi vedono arrivare. Fare foto è molto difficile perché ovviamente è vietato, mi tocca nascondermi dietro le fontane o alberi per non farmi beccare. Non c’è internet, le carte di credito non funzionano e le sigarette costano 30$ al pacchetto, solo chi è veramente ricco può permettersi di fumare. La moneta è il manat e ha un valore ridicolo. 1 dollaro è uguale a 16 manat. Nei migliori ristoranti, dove il cameriere mi versa l’acqua appena svuoto il bicchiere, la mezza di birra costa 10 manat, difficile rimanere sobri, e un pasto come si deve non va oltre gli 80 manat.